La vita e' una cassata

Saturday, April 12, 2003


Berlusconi vuole mandare i Carabinieri a Bagdad!
Previti li vorrebbe mandare tutti, ma proprio tutti!


Baghdad nelle mani dei marines!
E’ solo una fase di transizione. Poi passera’ nelle tasche dei Bush!
(Ellekappa)


Da Popbitch:
Tutti i sosia di Saddam Hussein si sono riuniti ieri.
Il dottore di Saddam è entrato e ha detto: “Ho una notizia buona e una cattiva...
“La buona notizia è che Saddam è sopravvissuto ai bombardamenti americani.
Quella cattiva è che ha perso un braccio…”

Poesia di Philotto:
Dopo mesi di Bush e Blix,
Blair e Aziz,
ed orge di Scud, Apache,
Rice, Najaf,
per non dir di Wolfowitz e Cardini,
De Michelis e Casarini,
della terza guerra mondiale,
De Villepin e Diaconale,
di feticismi bombaroli,
dei pacifismi dal parioli,
Gruber-Vespa e Igormàn,
il dubbio che non passa
è cazzo fregasse a Saddam
di distruggere Massa.


Ah, dimenticavo: quel fuori di testa dell'Editore Felice Scipioni,
www.leggendogodendo.com ad ulteriore dimostrazione della sua insanita'
mentale, ha deciso di presentare al Salone del Libro di Torino, un paio di
libercoli scritti da me.
Non vi anticipo nulla per non sciupare la sorpresa, ma se volete ricevere
una copia del libro, come l'altra volta, per scriverci una recensioncina
amichevole, promozionale ruffiana e soprattutto spontanea, mandatemi una
mail e l'indirizzo dove spedire.
Cia'

Wednesday, April 09, 2003


Vittoria! Vittoria!

Ore 14,32 ora italiana, ( ora del brekfast in America) gli americani entrano vittoriosamente a Bagdad. Scene di giubilo tra qualche centinaio di giovani sfaccendati mentre degli altri sei milioni rimasti dentro le case, non si hanno notizia ma i commentatori parlano di trionfo.
Purtroppo non si e' visto nemmeno l'ineffabile ministro dell'informazione Al Sahaf.
Peccato, mi sarebbe piaciuto sentire cosa si inventava per negare l’evidenza.

(appropo’ di Berlusconi: ha aspettato tutto questo casino per far passare la legge che ripristina l’immunita’ parlamentare, ad uso suo – non si sa mai – e del suo compagno di merende )

Ma per tornare a bomba. Certo fa impressione vedere tanto sfracello provocato dalla testardaggine di un tiranno sanguinario che si dice avesse nascosto in Svizzera dai 40 ai 130 miliardi di dollari e che non ha voluto andare in pensione! “Mi battero’ fino all’ultimo bambino” ha detto. Tenero!

Appropo’

Dov’e’ adesso?
Devono aver fondato un club degli spinti fuori dagli americani, lo Sceicco Omar, Bin Laden, Saddam e Karadic, che forse ve lo siete dimenticato ma scorrazza allegramente libero su per le montagne di Pale...

E le sei divisioni della Guardia Repubblicana, dov’erano?
Si vagheggiava tanto di questa cintura di protezione del Rais, di un pericolo per il mondo, di armi chimiche e di distruzione di massa, poi hanno chiuso la partita in poco piu’ di due settimane e attraversato i ponti di Bagdad dentro carri armati blindatissimi e sotto qualche raro colpo di Kalashnikov. ( Sempre peggio degli Israeliani, poverini, che gli tocca combattere con i ragazzini che gli tirano le pietre!)

Finalmente e’ finita, tiriamo il fiato e godiamoci la sfilata di questi nostri ministrucoli cosi’ previdenti da essere saltati sul carro del vincitore, PRIMA del conflitto e che adesso si pavoneggiano con frasi ed espressioni, come dire: che vi avevo detto?

God Bless America! Tra il Ras e Bush ha vinto il Ladro di Bagdad che gusta il suo trionfo davanti alla tivu e che ha gia’ preparato il dopo Saddam, con l’ONU e il suo ruolo vitale ( ma durante la conferenza stampa non ha nemmeno saputo definire cosa significasse quel “vitale”) con un generale che tutto il mondo arabo definisce filo israeliano a fare il presidente, e un governo provvisorio affidato ad un faccendiere iracheno ricercato in Giordania per aver truffato con le sue banche migliaia di risparmiatori.

Bravo Bushettino, dal grilletto facile. Il lavoro sporco e’ finito, adesso puoi andare a Camp David a rilassarti un pochino... ( vedi foto) pero’ un consiglio te lo voglio dare: non ti gongolare troppo per le immagini dei tuoi soldati accolti da una folla festante che agitava le palme. Tu sei uno che parla con Dio e avrai letto pure il Vangelo. Non ti fidare...
E’ successo ad un altro di essere stato acclamato con le palme alle porte della citta’, tre giorni prima di essere crocifisso.
Non ti fidare...

Tuesday, April 08, 2003


RECHERCHE
Ma com'e' bello questo momento storico dove tutti stanno cercando un mondo
migliore.
I nostri alpini stanno cercando Bin Laden, Bush sta cercando Saddam, i
medici dell'OMS stanno cercando il virus della polmonite atipica e i soldati
americani cercano armi di distruzione di massa, che se non le trovano, sai
che figura!
Intanto hanno trovato un colombaio della prima guerra del golfo in un
cimitero. Chissa', forse volevano tumulare questi vecchi loro eroi in un
monumento di la' da venire.
Gli americani parlano di fosse comuni. Mah...


Decadenza del diritto internazionale: prima lo si doveva faticosamente
aggirare, adesso lo si può allegramente raggirare. E' la circonvenzione di
Ginevra.

Abbiamo di fatto abolito lo stupro:
Quando subodorate che non ve la darà, giù con la trombata preventiva.
(philotto su IHU)
_________________________

Ma se l'uranio si è impoverito, chi cazzo si è arricchito? (Tonino
Cardamone)
Dr.Zap
drzap@tiscalinet.it
http://www.drzap.it/
Oltre 31.300 battute e barzellette




Mentre la guerra in Iraq incalza e l'economia mondiale deflagra, il
Parlamento italiano si concentra su una questione fondamentale per la
sopravvivenza del nostro paese: le televisioni di Silvio Berlusconi.
Negli scorsi giorni, ai deputati di Forza Italia è arrivata la seguente
comunicazione: "Gentile collega, ti ricordiamo che da martedì 1 aprile, ore
11, e per tutta la settimana la presenza è assolutamente obbligatoria per le
importantissime votazioni, anche con scrutinio segreto, sulla legge di
riassetto del sistema televisivo". Una perfetta comunicazione aziendale che
il padrone è uso mandare ai suoi deputati manager
DI STEFANO PORRO SEGUE SU CLARENCE.COM

*


In questi tristissimi giorni di guerra, c’e’ sempre il siparietto comico e ci pensa due volte al giorno
il ministro dell'informazione Al Sahaf, che mentre i soldati iracheni fuggono in mutande, mentre la bandiera USA sventola sui palazzi di Saddam, intrattiene i giornalisti negando l’evidenza, con frasi che sono sicuro passeranno alla storia per l’enormita’ della Menzogna elevata a stato dell’anima.
Leggo che si e’ fatto le ossa come diplomatico a Roma.
Vuoi vedere che ha imparato dai nostri politici?

Appropo’
Ieri i soldati USA (e jet) hanno fatto irruzione in uno dei palazzi di Saddam Hussein e nel frigorifero hanno trovato una partita di polli congelati che hanno cucinato al barbeque distruggendo cosi’ le prove che il rais possiede armi di distruzione di massa.
I polli infatti hanno tutti la data di scadenza nel ’91 durante la prima guerra del Golfo...




In Italia e’ cominciata la campagna elettorale e mentre i sinistri si accapigliano su antiche strategie per mantenere il potere alla faccia dei movimenti che premono dal basso, Cofferati, con la sua faccia da poker si incontra con il banchiere Profumo, che con Fazio sta tramando per consolidare un sotterraneo partito dei banchieri per metterlo in quel posto all’anatra zoppa Berlusconi.
Ma i giornalisti vigilano, e nel dare notizie dei movimenti sotterranei, infarciscono i loro articoli con “pezzi di colore” di dubbio gusto. Ieri e’ apparsa questa descrizione della moglie di Cofferati:
“Se ne va per la città a bordo di uno scassatissimo Honda Sky di improbabile color melanzana.”
Che in un paese dove hanno ammazzato per strada Biagi e D’Antona, e’ quasi una minaccia mafiosa...


Home